L’uva: regina delle nostre tavole di Settembre

Settembre è il mese in cui le uve completano la loro maturazione e vengono raccolte per la vendemmia o per essere portate in tavola. Nelle Marche la raccolta per la vendemmia 2012 sembra essere partita bene (lo sostiene qui il presidente regionale di Assoenologi) soprattutto per i vitigni autoctoni (Verdicchio, Bianchello, Lacrima, Pecorino, Passerina, Sangiovese, Vernaccia e Montepulciano), nonostante la siccità dei mesi scorsi abbia destato non poche preoccupazioni.

L’uva è un frutto che si presta moltissimo ad essere portato sulle nostre tavole: non solo come vino o servita dopo il dolce, ma anche come ingrediente per piatti, dall’antipasto al dessert, facili e sfiziosi. Vi proponiamo alcune ricette “curiose” e squisite!

antipasti:
Bocconcini di uva al formaggio con pistacchi
(ricetta completa e come fare il formaggio spalmabile in casa)
primo piatto:
Crespelle con uva e cavolo cappuccio
(ricetta completa)
secondo piatto:
Arrosto di vitello all’uva
(ricetta completa)
dessert:
Bicchiere di formaggio, miele e uva
(ricetta completa)

L’uva fa bene non solo al palato ma anche al nostro benessere perché è un valido alleato per la nostra salute.

Ma quali sono le principali proprietà benefiche dell’uva?
Estremamente digeribile, ha un’ effetto diuretico e leggermente lassativo, facilita il processo digestivo,  aiuta l’organismo a ridurre il livello di colesterolo “cattivo” (LDL) nel sangue e ad eliminare l’acido urico responsabile della gotta. Grazie al resveratrolo l’uva svolge anche un’ azione antibatterica ed antinfiammatoria, ha proprietà antiossidanti, quindi antitumorali, e contribuisce a rendere il sangue più fluido evitando la formazione di grumi. Inoltre l’uva contiene dei principi attivi e dei nutrimenti molto utili alla rigenerazione della pelle, usati in molti cosmetici. Probabilmente non tutti sanno che l’uva contiene il boro, un oligoelemento necessario per la salute delle ossa e quella celebrale. Infine la quercetina, un flavonoide naturalmente presente nell’uva rossa, oltre ad avere proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, è anche un’ottima fonte di energia, consigliata per superare il senso di spossatezza tipico del cambio stagione.

Dal punto di vista nutrizionale non esistono particolari differenze tra l’uva bianca e quella rossa: entrambe hanno più o meno le stesse calorie. Tuttavia, se prendiamo in considerazioni le proprietà terapeutiche, l’uva rossa contiene delle quantità maggiori di ferro, di sostanze flavonoidi ed antiossidanti rispetto all’uva bianca.

Se “una mela al giorno toglie il medico di torno” anche l’uva non è da meno e … mette anche un pò di allegria in più!

Potrebbe interessarti anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>